studio singer



close studio singer
close studio singer
studio singer



close studio singer
Tel 0473 272111 - Fax 0473 272100 - infostudiosinger.it

Seit über 100 Jahren sind wir in Meran ansässig. Unsere Leidenschaft für Zahnmedizin, die sich seit 4 Generationen von Vater zu Sohn überträgt, spiegelt sich in Professionalität und Forschung auf hohem Niveau und in jedem Zweig der modernen Zahnmedizin wider. Gestärkt durch unsere Geschichte, blicken wir positiv in die Zukunft und begleiten Sie mit einem einzigartigen Service auf Ihrem Behandlungsweg.


close studio singer bozen

Scopri i 10 consigli per mantenere un sorriso sano!


News

Archive
Read more 〉

Dicember

Physiotherapie in der Zahnmedizin

Die Physiotherapie hilft unter anderem Sportlern, sich nach muskulären Verletzungen schneller zu regenerieren und wieder richtig in Gang zu kommen. Daher erscheint es plausibel, dass auch z.B. dem Musculus masseter – auf seine Größe bezogen dem kräftigsten Muskel des Menschen – mit physiotherapeutischer Behandlung geholfen werden kann. Oftmals nehmen Patienten gar nicht wahr, dass sie Probleme im Bereich des Kauapparates haben könnten. Für viele scheint es normal, sich beim ersten morgendlichen Gähnen über „eingerostete“ Kaumuskeln

Read more 〉

Dicember

Röntgen - Strahlenbelastung wird immer geringer

Röntgenstrahlen können bekanntlich schädigende Einflüsse

Read more 〉

November

Das "Cracked-tooth-Syndrom" (CTS)

Die Gesamtheit der Beschwerden, die aus Rissen der Zahnsubstanz entstehen

Read more 〉

October

USO DEL MICROSCOPIO IN ENDODONZIA

L’introduzione del microscopio in odontoiatria ha permesso di risolvere

Read more 〉

March

INTARSIO IN COMPOSITO

In campo conservativo tra le tecniche per il ripristino dell'anatomia

Read more 〉

March

LA TERAPIA CAUSALE (NON CHIRURGICA) DELLA MALATTIA PARODONTALE

note esplicative per i pazienti Questa breve esposizione si propone

Read more 〉

February

Zusammenhang von Kausystem und Bewegungsapparat

Über Ästhetik wird heute in der Zahnmedizin viel diskutiert. Ästhetik und Funktion-nicht nur die Zähne-bilden eine Einheit, die als Ganzes betrachtet werden sollte(1). In diesem Artikel wird auf den Zusammenhang des gesamten Bewegungsapparates mit dem Kausystem eingegangen. Dabei werden skeletale und dentale Problemstellungen und ihre Auswirkungen auf das Kausystem und den Bewegungsapparat erläutert. Viele dieser Zusammenhänge gelten als „alternativmedizinisch“und finden in der klassischen Schulmedizin wenig Beachtung. Zusammenhänge zwischen

Read more 〉

February

CARIE DA BIBERON

UNA FORMA DI CARIE IN DENTATURA DECIDUA Con la diffusione del biberon

Read more 〉

February

Probiotika in der Zahnheilkunde

Ein neuer Weg zur konventionellen Pharmakotherapie der infektiösen


INFOS

Il collutorio

I primi riferimenti all’uso del dentifricio risalgono a dei manoscritti egiziani del IV secolo

Read more

Lo spazzolino

Nel gennaio 2003, lo spazzolino da denti è stato scelto come invenzione americana per eccellenza,

Read more


Questions and Answers

Glossary

Es ist nicht immer einfach, den Ursprung der Terminologie, die in medizinischen Untersuchungen verwendet wird verstehen. Um Ihnen dabei den Dialog mit uns zu erleichtern, haben wir diesen kurzen Glossar erstellt.

Read all
Gent.mo Staff medico dello Studio Singer,<br />
sono una vostra affezionata paziente volevo chiedere delucidazioni in merito ai farmaci che rinforzano le ossa e che spesso chiedete a noi pazienti se li assumiamo. Ci terrei tanto a capire perché questi farmaci sono così importanti per la nostra salute orale, soprattutto per una determinata categoria di pazienti.<br />
Vi ringrazio per la risposta. General

Gent.mo Staff medico dello Studio Singer,
sono una vostra affezionata paziente volevo chiedere delucidazioni in merito ai farmaci che rinforzano le ossa e che spesso chiedete a noi pazienti se li assumiamo. Ci terrei tanto a capire perché questi farmaci sono così importanti per la nostra salute orale, soprattutto per una determinata categoria di pazienti.
Vi ringrazio per la risposta.

Gent.ma paziente,
la ringraziamo per la sua cortese domanda. L’argomento che lei ha toccato riveste ai nostri giorni una sempre maggiore importanza. Si tratta della categoria di farmaci dei Bifosfonati (Bonviva, Clasteon, Fosamax , Adronat, Zometa per citarne solo alcuni), farmaci utilissimi e di grande efficacia appunto per “rinforzare” le ossa. Non si tratta di vitamine o di calcio, ma di una farmaco relativamente recente che consente di trattare in particolare l’osteoporosi, molto frequente nella donna nel periodo dopo la menopausa.
I bifosfonati hanno anche altre indicazioni, come il trattamento di tumori che colpiscono le ossa nel mieloma multiplo e viene spesso prescritto successivamente al carcinoma mammario, per prevenire metastasi ossee (Zometa), ma a dosaggi molto più elevati. Purtroppo essi possono provocare gravi inconvenienti proprio a livello delle ossa mascellari. I bifosfonati che si assumono per via orale a bassi dosaggi per la cura dell’osteoporosi, col tempo si accumulano nel tessuto osseo.
Si stima che dopo tre anni l’accumulo sia tale da rendere l’osso più soggetto a una forma di “mancata guarigione” detta Osteonecrosi dei mascellari da bifosfonati, che può insorgere dopo un semplice intervento chirurgico come ad esempio una estrazione dentale, ma anche successivamente ad un decubito da protesi mobile o addirittura spontaneamente dopo qualche anno.
In casi gravi, può rendersi necessario rimuovere grosse quantità di osso prima di poter ottenere la guarigione dei tessuti. Il quadro è reso più grave se in concomitanza si assumono cortisonici e, in generale, il rischio di tale complicanza è molto maggiore nei pazienti che assumono il bifosfonato per motivi oncologici, ossia a dosaggi elevati per via endovenosa.
Fortunatamente la maggior parte dei nostri pazienti si servono dei bifosfonati per il trattamento dell’osteoporosi. Attualmente non esiste un farmaco alternativo altrettanto efficace per la cura dell'osteoporosi e quindi vengono prescritti in quanto più efficaci della sola vitamina D. L'unica accorgimento che si può tenere per prevenire l'inconveniente dell'osteonecrosi da bifosfonati è avere cura ottimale dei propri denti cercando di effettuare tutte le terapie chirurgiche come le estrazioni di denti considerati non mantenibili entro i primi tre anni dall'assunzione del farmaco, e fare un mantenimento ottimale di igiene orale. Va tenuto presente che ciò nonostante esistono casi in cui, anche se il paziente è considerato a rischio di sviluppare tale complicanza, l'atto chirurgico va comunque effettuato in quanto il persistere di una spina infiammatoria cronica come nel caso di una frattura verticale della radice del dente, equivale a correre un rischio maggiore di sviluppare l'osteonecrosi da bifosfonati.

Egregio Dr. Singer la contatto in merito allo sbiancamento dei denti.<br />
Ho letto che non da effetti collaterali.<br />
Si può fare anche se ho delle otturazioni?<br />
La ringrazio anticipatamente per la sua risposta. Marco da Napoli. Aesthetics

Egregio Dr. Singer la contatto in merito allo sbiancamento dei denti.
Ho letto che non da effetti collaterali.
Si può fare anche se ho delle otturazioni?
La ringrazio anticipatamente per la sua risposta. Marco da Napoli.

Sicuramente si, se le otturazioni non riguardano i denti anteriori.
Gli elementi che andiamo a sbiancare sono dal secondo premolare di destra fino al secondo premolare di sinistra. Se i denti presi in considerazioni sono integri senza la presenza di corone, ponti e otturazioni vestibolari possiamo sbiancarli tranquillamente!

Egregio dottore, ho letto che infezioni che provengono dalla bocca causate dai denti possono avere degli influssi sulla salute in generale. A causa della mia non più giovane età soffro anche di reumatismo. L’ultima volta che sono andata dal dentista mi è stato curato un ascesso di un dente nell’ arcata inferiore. Adesso ho l’impressione che ancora prima di sentire il disturbo al dente curatomi abbia avuto dei dolori al braccio sinistro. La mia domanda è la seguente. È possibile che il dolore al braccio si sia presentato a causa di un ascesso dentale, sempre alla mia sinistra? General

Egregio dottore, ho letto che infezioni che provengono dalla bocca causate dai denti possono avere degli influssi sulla salute in generale. A causa della mia non più giovane età soffro anche di reumatismo. L’ultima volta che sono andata dal dentista mi è stato curato un ascesso di un dente nell’ arcata inferiore. Adesso ho l’impressione che ancora prima di sentire il disturbo al dente curatomi abbia avuto dei dolori al braccio sinistro. La mia domanda è la seguente. È possibile che il dolore al braccio si sia presentato a causa di un ascesso dentale, sempre alla mia sinistra?

Gentile paziente, lei ha centrato un argomento molto particolare. Si tratta della teoria della infezione focale. Più precisamente si tratta di una teoria secondo la quale le così dette infezioni croniche focali provenienti da denti possono essere collegate con altri sintomi sistemici. Proprio il nostro studio da parte del Prof. Dr. Dr. h.c. Fritz Singer effettuò degli studi scientifici negli anni 50 (vgl. “I metodi test nella diagnosi dell’infezione focale”. R.I.S., n. 11, 1954). A causa di questa teoria veniva ritenuto necessario estrarre denti con infezioni anche non gravi per evitare l’insorgere di ulteriori complicanze. Con il passare degli anni fu riconosciuto di aver dato un ruolo troppo importante a questa teoria e fu riconosciuto di essere intervenuti in maniera troppo drastica e senza riscontri scientifici sufficienti. E si ricominciò a curare denti che un tempo venivano estratti senza troppi riguardi. I meccanismi patogeni sono stati ulteriormente studiati nell’arco dei decenni ma non si è ancora arrivati ad una risposta definitiva.
In pratica non è da escludere che i dolori all’articolazione sinistra siano dovuti all’ infezione del suo dente.

Buongiorno, ho delle vecchie otturazioni in un materiale scuro. Credo che si tratti di amalgama, materiale che si dice tossico. Dato che non sono neanche belle molto belle esteticamente ritenete che sarebbe opportuno sostituirle con delle otturazioni in materiale bianco di ultima generazione? General

Buongiorno, ho delle vecchie otturazioni in un materiale scuro. Credo che si tratti di amalgama, materiale che si dice tossico. Dato che non sono neanche belle molto belle esteticamente ritenete che sarebbe opportuno sostituirle con delle otturazioni in materiale bianco di ultima generazione?

Tutte le otturazioni, che siano amalgama o composito (ultima generazione) hanno un buon sigillo per circa 10 anni, sempre in condizione di buona igiene orale. Il consiglio è quindi di fare delle radiografie di controllo a scadenze periodiche per evitare che le vecchie otturazioni siano infiltrate. Le stesse vanno sostituite quando il sigillo non garantisce stabilità nel tempo.

Sono la mamma di un bambino di 3 anni, a quale età un bambino dovrebbe cominciare ad andare dal dentista? General

Sono la mamma di un bambino di 3 anni, a quale età un bambino dovrebbe cominciare ad andare dal dentista?

L’età giusta per iniziare a portare il bambino dal dentista è a 5/6 anni quando comincia la permuta dei denti da latte. Andare prima da dentista può essre di aito per fare in modo che il bambino si avvicini al alla figura del dentista cosa che sicuramente gli è di aiuto quando sarà più grande per toglierli la paura che potrebbe avere se dovesse andare la prima volta solo con l’insorgere di eventuali problemi o dolori.

Do you have any questions?



securecode

I confirm that I have read and understood the Privacy act listed under following link. *